sabato 18 giugno 2016

Mini mini album

Pin It


Mi vien da ridere se penso che questi mini album sono nati per "sostenere" quelle matitine.



Infatti le matite dovevano essere il pensierino per le super-amiche creative Annalisa, Cristina, Miranda, Monica e Sara per il nostro incontro ma non sapendo cosa farne ho pensato ad una decorazione per un mini mini album con le foto delle loro creazioni.
Per realizzare le matite ho seguito le istruzioni di questo video. Semplicissime da realizzare ma, secondo me, deliziose.

Per i minialbum ho pensato ad un uso alternativo della nuovissima cut-mi light 88014-CML-E Polaroid.


Lavorando con estrema attenzione sono riuscita a ottimizzare al massimo un bazzill tagliandolo 12 parti uguali (4 x 3 pollici) in modo da usare un solo foglio per ogni minialbum.

Ho messo del washi tape all'interno della parte che viene ritagliata in modo da tenere fermo il cartoncino visto che praticamente taglierò con pochissimo scarto




qui è possibile vedere il pochissimo scarto per ogni fustellata

un bel lavoretto: ora le pagine sono pronte


con la cinch e una fustellata di prova ho deciso quanti fori realizzre e come posizionarli, ho traccaito una riga a metà della pagina ed ho fatto in modo che questa risultasse al centro dei primi 4 fori in modo da averne due a sinistra e due a destra.


 una volta trovata la giusta posizione e quindi posizionato la guida sulla sinistra nel modo corretto  passo a forare tutte le pagine (con il senno di poi avrei potuto forarle dopo...

con il solito ordine che contraddistingue la mia postazione creativa mi appresto a sistemare le foto nelle diverse pagine: vai di biadesivo!


Ho poi realizzato delle copertine rivestendo del cartone da cartonaggio da 2 mm con della carta naturale e infine ho chiuso la spirale sempre con la cinch.

ed ecco il risultato



venerdì 3 giugno 2016

Oasi di Sant'Alessio

Pin It
Altro giorno altra gita e visto che volevamo rimanere in zona sempre per questo meteo altalenante abbiamo deciso di rischiare con la visita all'Oasi di Sant'Alessio sperando che il tempo reggesse e per nostra fortuna così è stato anzi: che caldo!

L'ingresso non è economicissimo (14 euro) ma ne vale la pena, e se lo dice una come me che odia i volatili ci si può credere. Infatti la maggior parte della fauna è composta dai pennuti che io odio decisamente, ma una volta superata l'ansia da oddio li ho poprio qui vicini il luogo ti rapisce e il tempo è letteralmente volato via: 3 ore e mezza di visita per fare entrambi i percorsi (europeo e tropicale) sono passate in un lampo. Dall'area dedicate alle farfalle non sarei più voluta uscire: che spettacolo meraviglioso!





























e sulla strada del ritorno il cielo parzialmente nuvoloso, battgliando con il sole che ci ha accompagnato per tutta la visita all'oasi, ci ha regalato questo spettacolo di raggi


giovedì 2 giugno 2016

Visita al Castello di Chignolo Po

Pin It
Il tempo era decisamente incerto, ma non ci siamo fatti fermare dal cielo biancastro e siamo partiti alla volta del Castello di Chignolo Po.
Siamo arrivati poco prima delle 16.00 quindi perfettamente in tempo per la visita guidata  (ce ne è una ogni mezz'ora a partire dalle 15.00 alle 18.00 la domenica e nei giorni festivi per saperne di più è possibile consultare il loro sito qui)

Con mio sommo dispiacere ero sprovvista di fotocamera... che fessacchiotta! Abbiamo cercato di "tamponare" con i cellulari e dai, qualcosa di decente ne è anche uscito. Comunque all'interno del castello, che al momento è residenza privata, non è consentito fare le foto, ci siamo rifatti con gli esterni.

















 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...