giovedì 21 aprile 2016

MISTI: DUE TIMBRATE AL PREZZO DI UNA

Pin It
Sono pigra, non so quante volte lo dico e lo scrivo, e quindi quando mi sono accorta che con un solo gesto posso timbrare contemporaneamente due card che dire: è stata festa!

Dopo aver trovato le corrette posizioni per i timbri delle foglie piene e quelle dei timbri per i dettagli delle foglie come visto nei post precedenti, posiziono le mie due card: sempre a sinsitra, una in basso e una in alto e fermo con le calamite


Maschero i fiori. Per realizzare le maschere ho ritalgiato delle timbrate di prova che avevo fatto per trovare la giusta combinazione di colori. Ho messo sul retro delle maschere della colla zig che una volta fatta asciugare all'aria  diventa riposizionabile. Nel ritagliare la maschera mi sono accorta che conviene tagliare un po' all'interno: questo fa in modo che quando andremo a timbrare, non resti uno sgradevole vuoto causato dal gradino dello spessore della carta che impedisce di arrivare a timbrare fino al bordo.  Altro consiglio sulle maschere: evitate di farle con carta da fotocopia perchè è troppo leggera e con l'andare delle timbrate, che finiscono sempre sugli stessi punti, l'inchiostro passa attraverso e  sporca il timbro sottostante.Conviene stare dai 120gr in su.



Inchiostro i timbri


Chiudo la MISTI


ottenendo così le prime due timbrate


ora non resta che invertire le card: metto quella che era sopra sotto e viceversa


inchiostro nuovamente e timbro


ed ecco il risultato,


 Tolgo le maschere e sono pronta per altre due card.






mercoledì 20 aprile 2016

MISTI: IL LAVORO IN SERIE

Pin It
Non sono mai stata una da lavori in serie, un po' per pigrizia, un po' perchè mi annoio, un po' perchè non riesco mai a realizzare due card uguali... cosa che accade regolarmente quando mi capita di farli. Ma con lei ecco... le card in serie posso diventare una goduria. Uno di quei lavoroi da occupazione di mezzo neurone mentre guardi le puntate della serie tv che ami e adori e sai a memoria.

Partiamo dal prima della MISTI ossia la preparazione del cartoncino su cui timbreremo. In questo caso non è consigliabile ma è proprio obbligatorio che i cartoncini abbiano tutti le stesse identiche misure e, in questo, credo che l'aiuto migliore ce lo possa dare la Big Shot. Quindi armata dell'amica pressa e della fustella più grande del set LF768 Fustelle - Small Stitched Rectangle Stackables Dies della Lawn Fawn ecco che mi sono preparata le basi.



Con i cartoncini pronti si può partire

Posiziono la card in basso a sinistra e la fermo con i magneti


come spiegato negli altri post imprimo la prima timbrata


pulisco il timbro ma senza toglierlo dall'antina, sposto il cartoncino in alto, sempre appoggiato alla guida di sinistra e fermo con i magneti. Posiziono sopra la seconda timbrata che devo realizzare, chiudo la MISTI, inchiostro e timbro ed ecco il risultato



ora manca l'ultima timbrata e quindi riposiziono la card, la tengo sempre allineata in alto a sinsitra ma questa volta la metto in verticale... in questo modo quando andrò a posizionare il timbro per l'ultima impressione quando poi chiuderò la MISTI questo timbro non si sovrapporrà all'altro. 


Ecco come si presenta ora la MISTI:  con i 3 timbri dei corrispondenti livelli in 3 posizioni differenti.


Ora non mi resta che ripetere l'operazione per tutte le card preparate!
Ripetendo le stesse operazioni con altri timbri, come quelli delle foglie e mascherando opportunamente la rosa


è possibile ottenere queste: pronte epr essere montate su un biglietto, si aggiunge un sentiments e via: il biglietto è pronto!





lunedì 18 aprile 2016

MISTI: PERFETTO POSIZIONAMENTO DELLA TIMBRATA

Pin It
Che ultimamente abbia questa passione sfrenata per i set floreali della Altenew non è un mistero anzi. in questo caso la MISTI è proprio manna dal cielo.

Quindi fuori il set  Vintage Flowerse via che si parte


Inizio posizionando il timbro del livello che voglio timbrare per primo sul mio cartoncino, 


chiudo la MISTI 


ed ecco che il timbro è lì pronto per essere inchiostrato


Inchiostro con il colore più scuro visto che questo è l'interno del fiore



chiudo la MISTI 

premo bene

ed eccolo la prima timbrata


Posiziono perfettamente il secondo livello del timbro sipra la timbrata precedente


chiudo nuovamente la MISTI e apro, il timbro è sempre ben ancorato all'anta 


inchiostro



chiudo la MISTI


premo bene


e la seconda timbrata è perfettamente allineata


 allo stesso modo posiziono il terzo livello del timbro e procedo con l'ultima timbrata ed ecco il risultato


e giocando con altre combinazioni di colori si ottengono effetti sempre diversi



Quindi posso utilizzare tutto il tempo che voglio per posizionare i diversi livelli e non aver paura che all'ultimo la "mano tremante" rovini l'ultima timbrata e soprattutto, con il timbro pieno, se la prima timbrata non viene perfetta, come spiegato nel post precedente, posso andare nuovamente a inchiostrare essendo sicura di centrarlo nuovamente.



domenica 17 aprile 2016

LA MISTI: NIENTE PIU' TIMBRATE MAL RIUSCITE O INCOMPLETE

Pin It
Quando voglio timbrare un timbro per la prima volta o quando il timbro è piuttosto grande, ma più o meno sempre, mi capita di fare una timbrata di prova su della carta di recuepro perchè non si sa mai: metti che non inchiostro bene? Metti che non premo uniformemente? insomma metti che la timbrata viene male che faccio? Butto via il cartoncino? ok, la prima volta lo posso girare ma se capita ancora? Anche se timbro con un clear riuscire a riposizionarlo perfettamente è impossibile.

Non so a voi ma a me capita, soprattutto se il timbro è grande o lo inchiostro per la prima volta, che immancabilmente una parte della timbrata non venga. Vuoi perchè non ho inchiostrato bene, vuoi perchè non ho premuto uniformemente vuoi perchè vuoi e niente il timbro ti esce male: che rabbia. Fino ad cosa facevo? Semplice la prima timbrava era sempre su carta da recupero. Che spreco però, che dite? 

Ed ecco che entra in gioco la MISTI (non chiedetemi perchè per me è femmina... so che strumento è maschile, ma mi piace, forse, pensarla come tavoletta... boh). Tornando a noi cosa scrivevo? Si, ora c'è lei e quindi, impavida vado, posiziono il mio timbro, in questo caso la lavatrie del set
LF1048 Clear Stamps - Loads of Fun della Lawn Fawn inchiostro e chiudo.

Come volevasi dimostrare guarda quell'angolino lì c e anche la parte bassa in centro che non ho timbrato o inchiostrato correttamente e che fino a pochi giorni fa mi avrebbe fatto sucire di testa.


Ma ora ho la MISTI. Non tocco nulla, inchiostro nuovamente la parte che non è rimasta impressa e via che richiudo per timbrare. Anzi come mi ha consigliato Ila si può anche solo verificare che la parte sia effettivamente inchiostrata ma che semplicemente non abbiamo premuto bene.

 


Ed ecco la timbrata perfetta!


sabato 16 aprile 2016

LA MISTI: prima puntata.

Pin It
Cos'è la MISTI?
Lo spiega bene il nome che è l'acronimo di Most Incredible Stamp Tool Invented.
Per quella che è la mia breve ma decisamente intensa esperienza con questo attrezzo non posso che essere d'accordo.
Ok che esistono i posizionatori, ok che c'è il Fiskars Easy Stamp Press ma questo attrezzo è ad un altro livello! Almeno per l'uso che ne faccio solitamente io.

COME SI USA
Intanto vediamo com'è fatta.
E' una sorta di tavoletta con un'antina che si chiude a libro grazie a due cerniere. Tutt'intorno corre una guida con segnate le misure in pollici. All'interno c'è un cuscinetto nero (una sorta di materiale dimile a quello del retro del tappetino del mouse che viene utilizzato in caso di timbri clear, quando invece si usano timbri con l'ez-mount o i cling lo possiamo togliere. Insieme ci sono un paio di calamite piatte che servono per tenere fermi i cartoncini su cui andiamo a timbrare.




Ed ora proviamola.

Posiziono il cartoncino nell'angolo in basso a sinistra.


e lo fisso con i due magneti


posiziono il timbro sulla carta come se dovessi timbrare


chiudo la tavoletta in modo che il retro del timbro aderisca all'anta della MISTI


apro



e con il timbro saldamente posizionato sull'antina, lo inchiostro


quindi richiudo l'antina e





ecco la timbrata.



Se vi state chiedendo: Beh tutto qui? Non potrei che darvi ragione ma ciò che rende veramente unica la MISTI si può riassumente in questi punti:
1. NIENTE PIU' TIMBRATE MAL RIUSCITE E INCOMPLETE
2. PERFETTO POSIZIONAMENTO DELLA TIMBRATA
3. INCREDIBILE PER IL LAVORO IN SERIE
4. DUE TIMBRATE CON LA FATICA DI UNA

Nei prossimi post cercherò di spiegare con qualche esempio.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...