lunedì 23 marzo 2009

Timbrare con le texture

Pin It
Forse ho scoperto l'acqua calda ma sabato, mentre pasticciavo con timbri e avevo lì, un po' per caso, dei ritagli di cartoncino embossati con la bigshot, mi sono accorta che è possibile "trasformare" un normalissimo timbro pieno ottenendo effetti simpatici e sempre diversi utilizzando appunto i cartoncini embossati.
Ecco come, per iniziare basta un timbro pieno, un tamponcino colorato e un paio di cartoncini embossati.


Inchiostro il timbro, quindi lo imprimo, senza eccessiva forza, sul cartoncino embossato. Il fatto che il tmbro si "pieno" e non sia semplicemente il contorno di una figura è fondamentale per poter vedere l'effetto che ne risulta.



Questo è ciò che ottengo:

sul cartoncino embossato vedo l'inchiostro solo dove risulta l'embossing e, di conseguenza, sul timbro in corrispondenza dell'embossing l'inchiostro non c'è più (o quasi) mentre risulta ancora inchiostrato tutto il resto della forma. Ora non mi resta che andare a timbrare su della comune carta ed ecco il "timbro texturizzato".


Cambiando texture si ottiene un effetto differente.


Persino cambiando punto della texture in cui andare a timbrare ottengo ancora effetti differenti.

Quindi ora non mi resta che andare a recuperare tutte le texture e tutti i timbri pieni (anzi questa può essere una buona scusa per comprarne di nuovi) e mettermi a trovare gli abbinamenti che preferisco.

mercoledì 18 marzo 2009

Busta a soffietto

Pin It
Inizia con il fare una piega di circa 1 centrimetro sul lato corto del foglio (quello che rappresenterà l'altezza del tuo sacchetto). Metti della colla o del biadesivo sul lato ripiegato e incolla il lato opposto del foglio in modo da formare un tubo, quindi appiattiscilo a formare un rettangolo.

Per formare il parallelepipedo che sarà la base della busta è sufficiente creare altre due pieghe, come si vede nella figura qui sotto. La distanza che si forma fra le pieghe fatte precedentemente e queste nuove è l'apertura a soffietto della busta. Quando anche queste due pieghe sono ben definite abbiamo il nostro parallelepipedo.











Ora devi formare le pieghe interne del soffietto: come vedi nella figura qui sotto, piega su sè stesso il parallelepipedo in modo che gli spigoli superiori coincidano con quelli inferiori.













Siamo in dirittura d'arrivo: ora dobbiamo chiudere il fondo del sacchetto. Parti facendo una piega come mostrato nella figura qui sotto. Seguendo la figura successiva posiziona il lato piegato a 90° rispetto il sacchetto che è appoggiato sul tavolo, quindi, inserendo un dito nella piega che si forma sul lato corto vai ad aprire la base fino a stenderlo completamente come mostrato nella figura successiva.







Nella figura qui accanto vedi come risuterà il sacchetto con la base completamente aperta.





Adesso non resta che saldare la base del sacchetto, per fare questo devi mettere della colla o del biadesivo dove contrassegnato dagli asterischi nelle figure qui sotto.


Ora la base è chiusa e il nostro sacchetto è pronto! Per rendere il fondo più resistente puoi inserire nel sacchetto un rettangolo di cartoncino più spesso ritagliato di qualche millimetro più piccolo del fondo ed incollato con della colla o del biadesivo.

martedì 17 marzo 2009

Sfida Mensile - Marzo 2009 - Hobby di Carta

Pin It
La sfida proposta per il mese di marzo dal DT di Hobby di Carta è particolarmente interessante: si deve seguire uno schema disegnato da Patty e l'unico elemento obbligatorio è l'uso dei timbri: come resistere ad una sfida così?


Questa è la mia interpretazione... veramente moooolto interpretato lo schema ma qualche elemento resta comunuque riconoscibile.

Per realizzare la pagina sono partita da un cartoncino bianco 30x30 su cui ho cucito una carta che avevo in precedenza distrssato con il Distress Broken China a cui ho aggiunto proprio pochissimo Distrss Peeled Paint. Quindi ho ritagliato tanti bei cristalli di neve da un cartoncino bianco utilizzando la mascherina Sizzlits Die - Snowflakes #15 comprata da Hobby di carta, e uno l'ho ritagliato nella gomma crepla bassa. Ho cucito la mattatura rosa sulla pagina e incollato sopra la foto.
I ghirigori che decorano la parte alta della foto li ho ricevuti partecipando all'ultimo swap ASI. Sempre con una fustella della Sizzix, la Bigz Die - Frame Ornate #2, ho tagliato la cornice per il journaling che ho scritto con uno stabilo a punta fine nero, lo stesso che ho usato per scrivere la data e la frase che decora l'angolo in alto a destra del LO.
Poichè la cornice mi sembrava troppo piatta se lasciata in tinta unita ho usato un timbro con il versamark e la polverina trasparente per creare una specie di texture. Quindi ho preso il cristallo di neve tagliato nella gomma crepla bianca e l'ho incollato su un cerchio scallop rosa trovato nel set di die cuts glitterati della Making Memories, su cui ho aggiunto altri due cristalli di neve tagliati dal cartoncino, uno rosa, l'altro azzurro, con dei punch. ho incollato l'abbellimento vicino al frame contenente il journaling e finalmente arriviamo ai timbri. Tutti quelli usati li ho presi da Impronte d'Autore .

Ho timbrato i 4 pupazzetti che fanno parte di un'unico set clear sul cartoncino bianco, li ho colorati e poi ritagliati: due sono finiti a decorare l'angolo in alto a sinistra della pagina, mentre gli altri due sono andati a decorare la cornice del testo. Per il pupazzo di neve che si vede a sinistra della pagina ho timbrao con il versamark e successivamente embossato con la polverina clear su un cartoncino blu che ho poi ritagliato sagomando il timbro. Anche per realizzare il cristallo di neve ho timbrato su un cartoncino panna con il versamark, polverina da rilievo clear e quindi embossato. A questo punto ho colorato con un tampone versacolor azzurro tutto il cartoncino a cui avevo anche stondato gli angoli, quindi, con della carta da cucina, sono andata a togliere il colore del tampone dal cristallo di neve, ho passato velocemente l'embosser per asciugare velocemente il tampone e infine tamponato il tutto ancora con il versamark per poter mettere su tutto il cartoncino altra polvere da rilievo trasparente ed ottenere una finitura lucida di tutto l'abbellimento. Sotto a tutti gli abbellimenti ho disposto un cerchio tagliato nel cartoncino bianco embossato con una textur a cristalli di neve della fiskars.
Per completare la pagina mi mancava solo il titolo che ho tagliato con il CraftRobo e che ho decorato con una penna gel bianca.

lunedì 16 marzo 2009

Hobby show... anche lui è finito

Pin It
3 giorni di fiera, 3 giorni passati a timbrare, a embossare, a fustellare e sperimentare con il polyshrink®... 3 giorni passati nel magico stand di IMPRONTE D'AUTORE!

Anche in questa fiera la big shot ha fatto impazzire amanti dello scrapbooking ma soprattutto del feltro: rimanevano letteralmente a bocca aperta e con un sorriso estasiato di fronte alla perfezione del taglio ed alla facilità di utilizzo. Altro grande protagonista è stato il polyshrink®... il materiale termorestringente ideale per realizzare con le proprie mani gioielli o abbellimenti per le nostre pagine scrap (c'è poco da fare: la mia vena scrapper deve sempre uscire da qualche parte). Le giornate sono passate piacevoli tra dimostrazioni e scambi di consigli fra me, Monica, Michela e, ovviamente, i signori Impronte d'Autore Umberto ed Ermanna. Domenica sono persino riuscita a partecipare (devo dire in minima parte o vengo sgridata) alla realizzazione di un simpatico mini-album creato da Francesca: la bimba, piena di energia, di Umberto ed Ermanna. Ed ecco l'ultima foto dell'ultimo giorno... quando il bacone era finalmente in ordine (anche se in questo io e Monica abbiamo trovato un simpatico accordo: io creavo il caos con mascherine, pezzi di feltro, di carta ebossata e mascherine oppure con timbri, tamponi e polveri e lei, in 5 minuti, passava e riportava l'ordine)


A fine fiera mi sono concessa anche qualche acquisto... visto al mia ultima passione epr le texture della sizzix me ne sono regalata ben 2 set... oltre a una mascherina per la big shot e qualche altro attrezzino che prossimamente avrete modo di vedere.

mercoledì 11 marzo 2009

SCRAPCAKE - LO digitale

Pin It

E' da tantissimo che non mi trovavo a fare un layout digitale ma visto il poco tempo a disposizione e la sfida a cui non potevo proprio rinunciare mi sono dovuta per forza cimentare! La sfida era "Caccia alla sfida n.5" dell'ASI (Associazione Scrapbooking Italia) e consisteva nel creare una paginetta in formato libero (va bene anche in digitale) con un unico vincolo: piazzare nella paginetta un elemento. Per trovare questo elemento si è dovuto risolvere un piccolo giochino enigmistico. L'elemento era il CUPCAKE quindi come potevo non partecipare alla sfida? Questo LO mi piace particolarmente e penso che prima o poi lo trasformerò in cartaceo.

martedì 10 marzo 2009

Il rinnovato taccuino di viaggio

Pin It
Per chi, come me, è un'amante degli album scrap riguardanti le vacanze, avere sempre a portata di mano un quadernetto o un taccuino su cui riportare quello che succede durante il viaggio è fondamentale... nel mio caso vitale! Quindi quando Lisanna mi ha parlato di questa serie di taccuini tematici mi ci sono fiondata. Il sito è quello della Quovadis e la serie di taccuini si chiama Memoriae©.
Impossibile non averne almeno uno e la mia scelta è caduta ovviamente su quello dedicato ai viaggi. Ora è qui fra le mie mani e devo dire che mi sembra un prodotto notevole. Le dimensioni sono proprio quelle che io adoro: 10x15 cm: pratico e comodo da portare in viaggio, la copertina semirigida in similpelle sembra essere piuttosto resistente ma di questo vi dirò meglio dopo che l'avrò testato sul campo. Il taccuino è diviso in due parti: la prima dedicata agli appunti di viaggio dove poter anotare pensieri, avvenimenti e situazioni da ricordare (nel mio caso ci finiranno sicuramente anche delle mini-foto!) la seconda è organizzata per schede, alcune delle quali personalizzabili, dove annotare indirizzi e informazioni indispensabili per affrontare il viaggio. Inoltre, nella terza di copertina, c'è anche un'utile taschina dove poter riporre scontrini e memorie di viaggio... nel mio caso prima che prendano posto in uno scrap-album. Unica annotazione che mi sento di fare adesso, anche se ancora non l'ho testato in viaggio, è che mi sarebbero piaciute, nella sezione racconto libero, delle pagine senza righe, completamente bianche o semplicemente con intestazione e piè di pagina.

lunedì 9 marzo 2009

Bergamo Creattiva - vista da dietro un bancone

Pin It

E che bancone! Quello di Impronte d'autore! La fiera è stata Bergamo Creattiva.

Devo ammettere che ci sto prendendo proprio gusto nel fare dimostrazioni in fiera: si crea tutto il tempo con timbri (e quanti timbri), tamponi, polverine (ogni genere di polverina), distress, bigshot e tanto altro ancora. E' vero che spesso è ripetitivo: si parte sempre da "timbro, tampone, e cartoncino", si timbra, si embossa e si ricomincia da capo ma il valore aggiunto di tutto questo è vedere le espressioni di meraviglia di adulti e bambini quando la polverina da rilievo si fonde e crea il rilievo. Divertentissime poi le espressioni di stupore quando, passando il dito sopra il timbro embossato, confermano: "Ma è in rilievo!"

E questa volta, rispetto all'artigiano in fiera, c'era anche la big shot... quindi un po' si timbrava un po' si tagliava o embossava. Con la bigshot erano le amanti del feltro a rimanere a bocca aperta nel vedere queste forme, alcune veramente complesse da tagliare a mano, perfettamente fustellate. Senza contare la grande novità di questo periodo: l'embossing con le nuove texture sizzix. Strepitoso!!!!


Due giornate piene perchè la fiera ha avuto un grande successo e l'affluenza di pubblico è stata decisamente buona, così la sera tornavo a casa giustamente stanca, ma assolutamente soddisfatta!


Vi ricordo il prossimo appuntamento con Impronte d'autore in fiera: l'Hobby Show a Milano dal 13 al 15 marzo.


martedì 3 marzo 2009

Ancora embossing

Pin It


Questi sono altri esperimenti con le texture da embossing. Semplicemente embossate e poi sporcare con un normale tamponcino versacolor. Le prime due sono texture fiskars, mentre le altre 4 fanno sempre parte del kit 2 della sizzix.

Biscottini gustosi e veloci

Pin It
Girovagando per i blog mi sono imbattutta in quello di SEMI DI PAPAVERO dove ho trovato questa golosissima ricetta: GIRELLE DI FROLLA ALLA NUTELLA. Ho subito dovuto provare a fare questi biscottini, visto poi che il procedimento sembrava molto veloce e semplice.
Il primo esperimento è risultato buono ma poco "fotografabile" non avevo le due uova piccole, ne ho usate due medie e la frolla si è un po' "lasciata andare" durante la cottura ma devo dire che erano squisiti e sono spariti molto velocemente.
Il secondo esperimento, fatto con un solo uovo medio per la frolla è andato decisamente meglio. Ecco la ricetta:

Ingredienti
- 250 gr di farina
- 120 gr di zucchero (io ne ho usati 110)
- 125 gr di burro
- 2 uova piccole (io ne ho usato uno medio, ma forse ci stava bene anche un tuorlo)
- 3 cucchiai di cacao amaro (i miei erano veramente abbondanti)
- nutella per farcire

Mettere tutti gli ingredienti, esclusa la nutella, in una ciotola e lavorare prima con una forchetta poi con le mani. Quando la frolla è pronta avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigo per circa mezz'ora.
Quindi stenderla allo spessore di circa 1 centimetro sopra ad un foglio ci carta da forno. Coprire l'impasto con la nutella e, aiutandosi con la carta da forno, arrotolare l'impasto cercando di renderlo bello compatto. Il rotolo coperto dalla carta da forno è finito in frigo per altri 40 minuti. Passato questo tempo, con un coltello a lama sottile, si tagliano tante fettine di circa 1 cm. Si dispongono quest'ultime sulla placca del forno rivestita di carta da forno, e cotte a 170°C per 10-12 minuti circa.
Credo che il prossimo esperimento si arricchirà di granella di mandorle o nocciole distribuita sulla nutella... vedramo il risultato...

Visto il successone di questi ho provato la versione senza cioccolato.

Ingredienti
- 300 gr di farina
- 150 gr di burro
- 100 gr di zucchero
- 1 pizzico di sale
- 1 cucchiaino di lievito in polvere
- 1 uovo intero
- mamellata (ho usato quella di pesche)

Lascio il burro a temperatura ambiente per 30 minuti circa e quindi preparo la frolla.
Dispongo la farina a fontana sul piano di lavoro, aggiungo lo zucchero, il lievito, il pizzico di sale, l’uovo ed il burro ammorbidito.
Lavoro la pasta fino ad ottenre un panetto liscio che, coperto dalla pellicola trasparente, lascio riposare una mezz’oretta in frigo.
Passato il tempo, come epr gli altri biscotti, stendo la pasta allo spessore di circa un centimetro, spennello con la marmellata quidni arrotolo e lascio ancora in frigo per una mezz'oretta. A questo punto si "affetta" il rotolo, si dispongono i dischetti così ottenuti sulla placca del forno ben distanziati e si cuoce a 180°C per 15 minuti circa o comunque a doratura della frolla.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...